INDIRIZZO SPORTIVO: IL NOSTRO PRIMO ANNO torna indietro
06/07/2020
INDIRIZZO SPORTIVO: IL NOSTRO PRIMO ANNO
L’INDIRIZZO SPORTIVO …
Tiriamo le somme di questo primo anno di esperienza come Istituto Comprensivo che ha scelto di attivare l’Indirizzo Sportivo nella nostra scuola media. Un modello sperimentale che noi, Prof. di Educazione Fisica, abbiamo fortemente voluto, “difeso quasi con i denti”, ed in cui abbiamo creduto fin dalle prime bozze di progetto, ritenendolo estremamente valido per impostare, nell’ambito del curricolo del primo ciclo dell’istruzione, un sano e più corretto stile di vita.
La sperimentazione ha riguardato due prime della scuola secondaria di primo grado.  Nel gruppo classe eterogeneo è stata prevista la presenza di soggetti DVA e non c’è stata selezione dal punto di vista motorio. Le classi per essere equilibrate hanno riunito nel loro interno alunni che svolgono come seconda lingua sia Francese che Spagnolo.
LA NOSTRA ORGANIZZAZIONE ha previsto la permanenza a scuola fino alla settima ora per due giorni alla settimana, nelle quali abbiamo alternato le 4 discipline sportive individuate per il primo anno con pacchetti orari da circa 15 lezioni.
I ragazzi hanno approcciato discipline e conosciuto nuovi sport grazie alla collaborazione di alcune associazioni sportive locali, con le quali abbiamo condiviso la programmazione e che hanno messo a disposizione i loro istruttori qualificati.
Nel primo periodo di attività frontale (fino al 5 marzo) le due sezioni hanno praticato basket, ginnastica artistica, rugby e karate ed è stata veramente una sorpresa verificare come i ragazzi, cimentandosi in attività nuove e mai praticate prima, abbiano in poco tempo acquisito l’impostazione di base delle discipline e siano riusciti a far propri alcuni fondamentali peculiari delle stesse.
L’entusiasmo e la voglia di imparare che abbiamo riscontrato nei ragazzi hanno fatto venir meno   tutti i dubbi che ci eravamo posti riguardo la stanchezza che sarebbe potuta subentrare, in quanto presenti a scuola per 7 ore (anche se per due giorni alla settimana).
DAL PUNTO DI VISTA DIDATTICO il riscontro più evidente è stato in primo luogo la condivisione degli interessi, il rispetto del gruppo e la scolarizzazione degli alunni; questi sono stati i primi risultati positivi, raggiunti con enorme anticipo rispetto alle altre classi prime dell’Istituto. L’accettazione delle regole, presupposto obbligato che lo sport impone per essere condiviso e praticato (specialmente quello di squadra), ha creato le basi fondamentali per la formazione di un gruppo classe coeso e partecipativo che, oltre a dare evidenti risultati motori nelle discipline sportive, ha determinato risposte positive dei ragazzi anche nell’ambito della didattica generale in tutte le altre materie. 
COVID19 … Purtroppo la nostra felice esperienza si è dovuta bruscamente interrompere per l’emergenza Covid19, che, come tutti sappiamo, ha rivoluzionato il modo di fare scuola… specialmente con una materia così operativa quale l’educazione motoria.
 Questo periodo di attività è stato inizialmente disorientante, abbiamo dovuto inventare un altro modo di comunicare con i ragazzi, un altro sistema di interazione per creare input positivi che potessero invitare gli alunni al movimento. Dalle nostre proposte attivate attraverso tutorial motori, sono uscite molte espressioni creative dei ragazzi che si sono proposti in video-esercizi personalizzati. Abbiamo deciso di raccogliere alcuni di questi lavori, prodotto della rielaborazione personale dei ragazzi, e di riunirli in un video.
POI ARRIVA IL GEMELLAGGIO … ci è stato proposto dalla Rete di Scuole per lo Sport, alla quale come scuola ad Indirizzo Sportivo aderiamo, di attivare un gemellaggio tra classi di scuole diverse. A noi sono capitate due classi Prime dell’I. C. Porcu Satta di Quartu S. Elena – Cagliari. Devo dire che inizialmente abbiamo avuto delle perplessità nella riuscita del lavoro comune a distanza, invece i ragazzi, guidati, hanno svolto un buon lavoro, i gruppi delle classi delle due scuole hanno iniziato a sentirsi a distanza “tra Isola e Continente” superando i blocchi mentali di noi adulti ed iniziando una conoscenza via social che, a nostro parere, voleva essere il vero scopo dell’iniziativa.
La nostra esperienza dell’Indirizzo Sportivo, unica qui nel territorio dei Castelli Romani, ha incuriosito molti amici-colleghi della materia appartenenti ad altri istituti scolastici ed anche molte associazioni sportive che ci hanno contattato e si sono rese disponibili, proponendo una loro collaborazione per l’ampliamento delle discipline offerte.
Se non fossimo in questa fase di riorganizzazione della scuola per affrontare il rischio contagio Covid, potremmo affermare che l’avventura che abbiamo intrapreso è andata oltre ogni migliore aspettativa… Si riparte a SETTEMBRE quando saremo tutti costretti a fare i conti con un nuovo modo di stare insieme, ma distanziati… Al prossimo anno!
Buona Estate …
 
  
Gallery Fotografica
Scuola Facile
Come fare per
Torna su